Il controllo e la certificazione

Per garantire il consumatore, gli operatori dell’agricoltura biologica che commercializzano i loro prodotti sono tenuti ad assoggettare la loro azienda ad uno specifico regime di controllo atto a garantirne la conformità alle norme dei regolamenti comunitari. In Italia, il sistema di controllo è affidato ad Organismi privati (OdC) autorizzati dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (MIPAAF). Pertanto, il primo passo che devono compiere gli operatori per convertire la loro azienda al metodo di produzione biologico è quello di notificare tale attività, attraverso il SIB, alle Regioni e alle Province autonome nel cui territorio è ubicata l’azienda e ad uno degli OdC autorizzati. La notifica di attività con metodo biologico rappresenta, infatti, “richiesta formale” all’OdC di assoggettamento al sistema di controllo. L’OdC, dopo valutazione della documentazione trasmessa, affida all’azienda un tecnico ispettore per l’esecuzione della prima verifica ispettiva di ingresso, che ha la funzione di stabilire l’ammissibilità al sistema di controllo, ovvero la conformità o meno degli aspetti strutturali - gestionali e del processo produttivo alle prescrizioni comunitarie. Alle aziende risultate idonee viene rilasciato un attestato d’idoneità che garantisce l’avvenuto ingresso nel sistema di controllo. Le aziende vengono così sottoposte annualmente ad ispezioni, programmate sulla base dell’analisi dei rischi e garantendo almeno una verifica ispettiva annuale, che hanno lo scopo di verificare il mantenimento delle condizioni di idoneità e la corretta applicazione di quanto previsto nei regolamenti comunitari. Inoltre, vengono svolte le analisi di prodotto in base ai rischi connessi per prevenire o dimostrare eventuali contaminazioni accidentali e nel caso di sospetto di uso di prodotti non conformi. Il sistema di controllo obbliga, inoltre, alla tracciabilità del prodotto in tutte le fasi di produzione, preparazione e distribuzione. La dimostrazione che i prodotti sono stati ottenuti con metodo da agricoltura biologica viene effettuata tramite la certificazione, ovvero attraverso l’emissione del certificato di conformità, rilasciato dall’OdC solo dopo un determinato periodo di tempo dall'assoggettamento al sistema di controllo, comunque non inferiore ai 12 mesi.